per maggiori informazioni scrivi a info@scalimilano.vision

Le visioni dei 5 team

  • Home
  • /
  • Le visioni dei 5 team
TEAM STEFANO BOERI ARCHITETTI

Un Fiume Verde per Milano 

Fiume Verde è la visione di riforestazione urbana proposta dal team Stefano Boeri Architetti, che mira a realizzare sul 90% della superficie dei sette scali un sistema continuo di parchi, boschi e giardini a uso pubblico, collegati tra loro da corridoi verdi e piste ciclabili, disegnati seguendo le fasce dei binari ferroviari. Nel rimanente 10% lo scenario prevede bordi urbani ad alta densità per residenze, laboratori per i giovani, servizi culturali e di assistenza al cittadino, come biblioteche, ambulatori, asili.

TEAM MAD ARCHITECTS

Memoria e Futuro: Milano Rinasce

La visione elaborata dal team guidato da Mad Architects parte dalla considerazione che ogni scalo rappresenta nella sua unicità l’occasione per creare delle micro-città in grado di relazionarsi a cinque tematiche specifiche: connessioni, verde, vivere, cultura, economia. Lo scenario prevede un processo di ricucitura del contesto urbano attraverso la creazione di nuove infrastrutture per la mobilità sostenibile; il recupero degli spazi pubblici in disuso per renderli fruibili dalla comunità e per stimolare nuove relazioni multiculturali, ottimizzando la densità degli spazi.

TEAM MECANOO

Ripensare gli scali ferroviari come catalizzatori di vita sostenibile

Riqualificare gli scali per creare una città circolare e sostenibile, fondata sulla connettività di persone, spazi, opportunità e ambizioni. Questo lo scenario elaborato dal team Mecanoo, che immagina le sette aree ferroviarie come hub multimodali e luoghi in cui tutte le generazioni possano vivere, lavorare e incontrarsi. Spazi collegati tramite mezzi di trasporto pubblico e una rete capillare di piste ciclabili e percorsi verdi, non solo a livello locale ma anche a scala regionale.

TEAM MIRALLES TAGLIABUE EMBT

Miracoli a Milano

Nello scenario elaborato dal Team Miralles Tagliabue EMBT è l’acqua l’elemento che consente di unire i sette scali, ognuno con una sua identità definita. Ogni area sarà infatti caratterizzata da un elemento specifico Scalo Farini sarà lo scalo dell’acqua, Porta Genova della creatività, San Cristoforo dell’AgriCultura, Greco-Breda della luce, Porta Romana dell’innovazione, Rogoredo dei giovani e Lambrate del design.

TEAM CINO ZUCCHI ARCHITETTI

Sette Bellissimi Broli

Gli spazi riqualificati degli scali ferroviari come nuovi nessi tra la dimensione della città estesa e quella dei quartieri. Nella visione elaborata dal team di Cino Zucchi Architetti, parchi e giardini non sono solo servizi al cittadino ma strumenti di disegno della città e del territorio, luoghi aperti a usi differenti, come i prati alberati lombardi detti appunto “broli”. Lo scalo Farini diventa un parco dai percorsi sinuosi con passerelle pedonali che scavalcano la ferrovia, Porta Romana un prato in pendenza, una piazza-mercato tra la stazione ferroviaria e il capolinea dei bus, Lambrate un grande «crescent» semicerchio? verde.