per maggiori informazioni scrivi a info@scalimilano.vision
sistemi
in collaborazione con
milano
con il patrocinio di
regionelombardia

 

Dagli scali, la nuova città

A seguito dell’approvazione della delibera di indirizzo da parte del Consiglio Comunale, FS Sistemi Urbani, in collaborazione con il Comune di Milano e con il patrocinio di Regione Lombardia, ha promosso una fase di coinvolgimento e consultazione della città per definire priorità e obiettivi di sviluppo di alcune tra le aree dismesse più strategiche del territorio urbano milanese: gli scali ferroviari.

Scopo dell’iniziativa ‘Dagli scali, la nuova Città’ è promuovere la definizione di una visione strategica per la trasformazione dei sette scali ferroviari, dislocati in aree nevralgiche delle città, per una superficie totale di oltre un milione di metri quadrati.

Il primo passo di questa iniziativa è stato l’organizzazione di un workshop aperto alla città, tenutosi il 15-16-17 dicembre scorso presso lo Scalo Farini, di cui questo documento esprime la sintesi operativa. Un momento di discussione e condivisione, unico in Italia per proporzioni e metodo, che ha dato nuova linfa al dibattito sul tema, fornendo un contributo alla discussione in vista della redazione del Documento di Visione Strategica da parte del Comune di Milano e alla successiva definizione dell’Accordo di Programma tra FS, Comune e Regione Lombardia.

Il prossimo passo dell’iniziativa si terrà ad aprile con la presentazione ed esposizione di alcuni scenari di sviluppo urbano, non vincolanti, che verranno accompagnati da un documento di sintesi che ne riassumerà gli esiti e le principali direzioni di sviluppo comuni. Le modalità e le attività di progettazione dei sette scali saranno definite attraverso l’Accordo di Programma.

#scalimilano

News

devitoI tre giorni di workshop sono stati una performance innovativa nel modo di affrontare l’urbanistica in Italia. Confidiamo che il lavoro fatto nei giorni del laboratorio venga utilizzato nei cinque scenari che saranno illustrati pubblicamente ad aprile, che siano strategie e riflessioni utili per definire una visione unitaria e strategica per la Milano del futuro.

Carlo De Vito, Ad FS Sistemi Urbani

maranI tre giorni di workshop hanno dimostrato che la città ha voglia di partecipare, dare il proprio contributo a fare la Milano di domani. Più sarà condiviso e partecipato il percorso, migliore sarà l’accordo sul futuro degli scali. E’ positivo che Sistemi Urbani FS si metta in gioco, perchè questi luoghi possono fattivamente migliorare la città e le connessioni ferroviarie.

Pierfrancesco Maran, Assessore Urbanistica, Verde e Agricoltura, Comune di Milano


Road map

L’iniziativa Dagli Scali, la nuova città è parte di un più ampio percorso di ascolto, informazione e condivisione del processo di rigenerazione urbana degli scali ferroviari previsto dal Comune di Milano, che continuerà con ulteriori incontri nelle sedi istituzionali, che andranno intensificandosi durante la fase attuativa.

15-17 dicembre 2016

workshop aperto alla città

3-9 aprile 2017

esposizione pubblica

5 scenari in mostra a Milano

dal 3 al 9 aprile 2017
Fondo Corsa Passerella Biki Porta Genova

Immaginare il futuro della città dalla rigenerazione dei suoi sette scali ferroviari dismessi.
5 scenari per Milano, disegnati da altrettanti team multidisciplinari a partire dal workshop organizzato lo scorso dicembre allo Scalo Farini che ha visto la partecipazione di oltre 2.000 persone.

Apertura

Opening

Lunedì 3 aprile

h. 15.30-17.30

SALUTI

  • Giuseppe Sala, Sindaco di Milano
  • Roberto Maroni, Presidente Regione Lombardia
  • Carlo De Vito, Ad FS Sistemi Urbani
  • Alessandro Sorte, Assessore Trasporti e Infrastrutture, Regione Lombardia
  • Pierfrancesco Maran, Assessore Urbanistica, Verde e Agricoltura, Comune di Milano

INTRODUZIONE

  • Leopoldo Freyrie, Comitato scientifico

PRESENTAZIONI

  • Team Cino Zucchi Architetti
  • Team EMBT Miralles Tagliabue
  • Team MAD Architects
  • Team Mecanoo
  • Team Stefano Boeri Architetti

INAUGURAZIONE MOSTRA

Discussione

Discussion

Giovedì 6 aprile

h. 19-22

SALUTI

  • Pierfrancesco Maran, Assessore Urbanistica, Verde e Agricoltura, Comune di Milano
  • Carlo De Vito, Ad FS Sistemi Urbani

MODERA

  • Carlo Castelli, AECOM

PANEL

  • Stefano Boeri, Stefano Boeri Architetti
  • Francine Houben, Mecanoo
  • Benedetta Tagliabue, EMBT Miralles Tagliabue
  • Ma Yansong, MAD Architects
  • Cino Zucchi, Cino Zucchi Architetti

Presentazioni

Talks

Martedì 4 aprile

h. 19
  • Team Stefano Boeri Architetti, Fiume Verde

Mercoledì 5 aprile

h. 19
  • Team Mecanoo, Ripensare gli Scali Ferroviari come catalizzatori per una vita sostenibile

Venerdì 7 aprile

h. 19
  • Team EMBT Miralles Tagliabue, Miracoli a Milano

Sabato 8 aprile

h. 19
  • Team MAD Architects, Memoria e futuro: Milano rinasce

Domenica 9 aprile

h. 19
  • Team Cino Zucchi Architetti, Sette Bellissimi Broli

La mostra sarà visitabile il 3 aprile dalle ore 15.30 alle ore 22 e dal 4 al 9 aprile dalle ore 10 alle ore 22.

Workshop

0

giorni di lavoro

0

team multidisciplinari

0

cittadini intervenuti

0

interventi istituzionali

0

visualizzazioni su Facebook

0

visualizzazioni su Twitter

Scalo Farini, via Valtellina 7
15, 16, 17 dicembre 2016

L’obiettivo è disegnare il futuro della città, coinvolgendo istituzioni locali, mondo accademico, cittadinanza interessata ed esperti del settore. Cinque gruppi di lavoro guidati da architetti di fama internazionale hanno coordinato tavoli di lavoro e team di progettazione su temi specifici, con particolare attenzione all’interconnessione tra le aree, al disegno delle zone verdi, all’incremento dell’edilizia sociale.

programma e presentazioni

Giovedì 15 dicembre

Dagli scali, la nuova città

Saluti istituzionali e presentazione dell’iniziativa. Ascolto esperti. Definizione degli scenari

 

Mattina ore 9:30 – 13:30

9:30  Saluti di benvenuto e apertura dei lavori

  • Lamberto Bertolè, presidente del Consiglio comunale di Milano
  • Alessandro Sorte, assessore alle Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia
  • Franco Papa, presidente FS Sistemi Urbani

9:40  Interventi programmatici istituzionali

  • Pierfrancesco Maran, assessore a Urbanistica, Verde e Agricoltura, Comune di Milano [presentazione]
  • Carlo De Vito, amministratore delegato FS Sistemi Urbani [presentazione]

10:25  Introduzione all’iniziativa e al development brief

  • Carlo Castelli, direttore – Strategic Planning and Design City London UK AECOM [presentazione]

10:45  Milano domani. I trend della Nuova Città. Interventi degli esperti su:

  • Milano 2025: scenari demografici, città del futuro, aree ferroviarie – Lorenzo Bellicini, direttore CRESME [presentazione]
  • trasporti e infrastrutture – Cinzia Farisè, amministratore delegato Trenord [presentazione]
  • urbanistica e città metropolitana – Franco Sacchi, direttore Centro Studi PIM [presentazione]
  • sociologia e cultura – Mario Abis, presidente di Makno [presentazione]
  • diritti sociali – Lisa Noja, delegata del Sindaco alle politiche per l’accessibilità
  • il percorso di ascolto dei soggetti locali – Gabriele Pasqui, direttore del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano [presentazione]
  • architettura e usi temporanei – Isabella Inti, presidente Temporiuso.net

11:45  Presentazione di best practice europee: Marsiglia, Londra, Barcellona, Copenhagen

  • Leopoldo Freyrie, presidente della Fondazione Riuso per la rigenerazione urbana
  • Roland Carta, studio CARTA Associés Architectes (video)
  • Josep Acebillo, architetto e cofondatore di Architectural Systems Office [presentazione]
  • Mikkel Kragh, direttore del programma BUILD del Centro di Architettura Danese [presentazione]

12:30 13:30   Dibattito tra i relatori e domande dal pubblico

Pomeriggio ore 15:00 – 18:00

15:00 Introduzione alla sessione

  • Bruno Ceccarelli, presidente della Commissione Urbanistica Edilizia Privata Sistema Agricolo Milanese, Comune di Milano

15:10 – 15:30  Introduzione ai tavoli di lavoro: obiettivi e regole
15:30 – 17:00 Attività ai tavoli di lavoro per la definizione degli scenari

  • La città delle connessioni
  • La città delle culture
  • La città delle risorse
  • La città del verde
  • La città del vivere

17:0017:30 Dibattito aperto
17.30 – 18.00 Risultati della sessione. Visione e principi

Venerdì 16 dicembre

Visioni urbane: il ruolo degli scali ferroviari

Tavoli di co-progettazione

 

Mattina ore 10:00 – 13:00

10:00 Saluti e introduzione alla sessione

  • Carlo Monguzzi, presidente Commissione Mobilità, Trasporti, Politiche Ambientali, Energia, Protezione Civile, Animali e Verde, Comune di Milano

10:10 Introduzione ai tavoli di lavoro: obiettivi e regole
10:30 Tavoli di lavoro: indicatori di successo e ruolo degli scali ferroviari
12:00 Dibattito aperto
12:30 Presentazione dei risultati dei tavoli di lavoro

Pomeriggio ore 14:30 – 18:00

14:30 Introduzione ai tavoli di lavoro: obiettivi e regole
15:00 Tavoli di lavoro: visioni per gli scali ferroviari
17:00 Dibattito aperto
17:30 Presentazione dei risultati dei tavoli di lavoro

Sabato 17 dicembre

Verso la nuova città

Dibattito pubblico. Chiusura dei lavori

 

Mattina ore 10:00 – 13:00

10:00 Conclusioni e prossimi passi

  • Pierfrancesco Maran, assessore a Urbanistica, Verde e Agricoltura, Comune di Milano
  • Carlo De Vito, amministratore delegato di FS Sistemi Urbani

10:15 Presentazione video di sintesi dei lavori svolti

  • Carlo Castelli, direttore – Strategic Planning and Design City London UK AECOM

10:30 Panel tra i 5 team leader, FS Sistemi Urbani, Comune di Milano con domande dal pubblico

  • coordina Leopoldo Freyrie, presidente della Fondazione Riuso per la rigenerazione urbana
  • Stefano Boeri, Stefano Boeri Architetti [presentazione]
  • Francine Houben, Mecanoo [presentazione]
  • Benedetta Tagliabue, EMBT Miralles Tagliabue [presentazione]
  • Ma Yansong, Mad Architects [presentazione]
  • Cino Zucchi, Cino Zucchi Architetti [presentazione]

 12:15 Chiusura dei lavori

  • Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia
  • Renato Mazzoncini, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane
  • Ermete Realacci, presidente della VIII Commissione Ambiente della Camera dei Deputati

 

Evento in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano. L’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano ha richiesto il riconoscimento dei cfp al CNAPPC.

Per gli architetti iscritti all’Albo che hanno partecipato alle giornate del workshop sono previsti i seguenti crediti formativi:

Giovedì 15 dicembre (ore 10:00-13:00) – 3 cfp
Giovedì 15 dicembre (ore 15:00-18:00) – 3 cfp
Venerdì 16 dicembre (ore 10:00-18:00) – 6 cfp
Sabato 17 dicembre (ore 10:00-13:00) – 3 cfp

Per gli ingegneri iscritti all’Albo che hanno partecipato alle giornate del workshop sono previsti i seguenti crediti formativi:

Giovedì 15 Dicembre (ore 15:00-18:00) – 2 cfp
Venerdì 16 Dicembre (ore 10:00-13:00) – 2 cfp
Venerdì 16 Dicembre (ore 14:30-18:00) – 2 cfp

Il riconoscimento di 2 cfp è stato autorizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione.

Temi e tavoli

La metodologia

Per ciascun tavolo di lavoro, il leader ha guidato il gruppo attraverso la formulazione di principi alla base di una visione preliminare per la città di Milano. Durante i lavori: sono stati individuati gli indicatori di successo, ovvero parametri che consentono la valutazione dei risultati raggiunti nel tempo; è stata tracciata la rappresentazione grafica del ruolo dei siti all’interno di una visione della Milano del futuro; sono state avanzate alcune proposte concrete.

La città del vivere

Contesto Urbanistico e Architettonico 

Coordinatore: Leopoldo Freyrie, Presidente della Fondazione Riuso

Premessa

La complessità del tema e un continuo passaggio di scala: ovvero la capacità di tenere insieme la scala territoriale e le condizioni di vita dei quartieri, in futuri progetti sostenibili sia dal punto di vista ambientale sia da quello economico.

Esigenze

  • Innovazione, connessioni, porosità, accessibilità, infrastrutture ambientali, identità
  • Forte richiesta di una regia pubblica del processo

Alcuni principi

  • creare spazi pubblici alla scala umana, vivibili, curati e sicuri
  • creare spazi per il mix sociale generazionale e funzionale
  • ottimizzare la relazione tra densità urbana e spazi verdi
  • rendere Milano una città di giovani e innovatori, pilota nelle iniziative culturali

La città delle culture

Sociologia e cultura

Coordinatore: Mario Abis, Presidente Makno

Premesse

La destinazione infrastrutturale, fisica e immateriale, collegabile agli scali, dei diversi livelli del sistema culturale milanese: dalle università ai musei, dalle fondazioni alle strutture di eventi.

 Esigenze emerse

  • Sviluppo fisico di situazioni/contesti diffusi di contaminazione, in particolare di centri universitari con i diversi player;
  • sviluppo per irraggiamento verso la città metropolitana allargata, con una particolare attenzione alla riqualificazione dei nodi periferici.

Principi

  • sviluppare un policentrismo culturale;
  • progettare una città multiforme;
  • sviluppare l’innovazione legata alla produzione culturale;
  • creare distretti culturali infrastrutturati

La città del verde

Ambiente e Territorio

Coordinatore: Andreas Kipar, Architect and Landscape Architect BDLA/AIAPP, IFLA President | Founding partner

Premesse

Ragionare 
ad una scala che permetta agli spazi aperti di diventare elemento strutturante delle trasformazioni urbane in corso.

Esigenze emerse

Un verde ampio, esteso e sistemico; un verde che diventa un’autentica infrastruttura come servizio ecologico, economico e sociale per il benessere dei cittadini.

Principi

  • creare infrastrutture verdi di alta qualità, al centro dello sviluppo, attraenti, inclusive e accessibili;
  • gestire la contaminazione del suolo in modo sostenibile;
  • proteggere e migliorare le caratteristiche paesaggistiche e storiche esistenti;
  • creare connettività attraverso l’infrastruttura verde

La città delle connessioni

Trasporti e Infrastrutture

Coordinatore: Roberto Zucchetti, Area Economia dei Trasporti CERTeT – Bocconi

 Premessa

Le aree degli Scali Ferroviari sono state storicamente dedicate a servire la mobilità di persone e merci sulla media e lunga distanza. Rappresentano il luogo migliore dove localizzare i grandi attrattori di traffico e le principali funzioni pubbliche, ma anche fattore di ostacolo alle connessioni urbane.

Esigenze

  • occasione per un processo di riqualificazione dell’intera zona, con percorsi pedonali e ciclabili e spazi verdi fruibili dalla collettività.
  • occasione per una connessione tra diverse parti della città, con percorsi idonei alla mobilità dolce, ciclopedonale, che consentano di spostarsi da una parte all’altra
  • razionalizzare e migliorare il processo di distribuzione merci (city logistic)

Alcuni principi

  • potenziamento della mobilità sostenibile ed integrata alla scala urbana, metropolitana e regionale
  • integrazione modale e interscambio per produrre efficienze ed economie nelle reti di trasporto
  • superamento delle barriere e la connessione fisica delle comunità
  • mix di funzioni urbane

La città delle risorse

Economia e statistiche demografiche

Coordinatore: Giuseppe Roma, Segretario Generale RUR – Rete Urbana delle Rappresentanze

Premesse
Senza una capacità di generare valore ogni trasformazione urbana risulta problematica

Esigenze emerse
La valorizzazione degli scali ferroviari ha bisogno di risorse per poter generare risorse, indispensabili a mantenere competitiva
 la città. il progetto va inquadrato nella più ampia scala, identificando Milano come capitale di una grande regione metropolitana. Per attrarre investimenti
 è necessario puntare sulle funzioni più innovative, senza smarrire la peculiarità milanese di saper coniugare creatività e digitale, ricerca e artigianalità

Principi

  • migliorare la posizione di Milano come città globale
  • lavorare con, e non competere con il resto d’Italia
  • diversificare i settori produttivi, con particolare attenzione al settore medicale
  • supportare i settori economici più innovativi, tecnologie e settore delle costruzioni

Team leader

Stefano Boeri Architetti

Italia, Milano
Professore di Progettazione Urbanistica al Politecnico di Milano, è visiting professor in diverse università internazionali. Ha fatto parte della consulta degli architetti dell’Expo 2015.

Mecanoo

Paesi Bassi, Delft
Francine Marie Jeanne Houben, è socio fondatore e direttore creativo di Mecanoo architecten, studio che unisce architettura, urbanistica, landscape, riuso e interior design. La Houben è stata curatore della prima Biennale Internazionale di Architettura di Rotterdam.

EMBT Miralles Tagliabue

Spagna, Barcellona
Professore di architettura all’Università politecnica della Catalogna, ha fondato lo studio EMBT, che oggi dirige. Tra le opere, il Parlamento scozzese a Edimburgo, la nuova sede di Gas Natural, il restyling del mercato di Santa Caterina a Barcellona, il Padiglione spagnolo all’Expo 2010 di Shanghai.

Mad Architects

Cina, Pechino
Ma Yansong, Professore di ingegneria civile e architettura all’Università di Pechino, nel 2004 ha fondato lo studio MAD, specializzato in progetti futuristici e tecnologicamente avanzati che incarano un’interpretazione contemporanea dell’affinità orientale per la natura.

Cino Zucchi Architetti

Italia, Milano
Professore di Composizione Architettonica e Urbana al Politecnico di Milano, è stato il curatore del Padiglione Italia alla 14a Biennale di Venezia ed è membro del comitato scientifico della XXI Triennale 2016.

Team

Stefano Boeri

Architettura e Urbanistica
Stefano Boeri Architetti

Under 40
Studio Quinzi Terna Architettura

Trasporti e Infrastrutture
ARUP, MIC

Ambiente e Paesaggio
Laura Gatti

Francine Houben

Architettura e Urbanistica
Dick van Gameren, Fedele Canosa

Under 40
Nicolò Riva, Matteo Missaglia

Trasporti e Infrastrutture
Francine Houben

Ambiente e Paesaggio
Joost Verlaan

Benedetta Tagliabue

Nel team guidato da Benedetta Tagliabue sono coinvolti consiglieri esperti di urbanistica e in particolare attori di società ferroviarie o portuali di Parigi, Napoli e Amburgo. Il team si avvarrà anche di professionisti locali competenti in ciascuna disciplina di riferimento, provenienti dal Politecnico di Milano e coordinati dal professor Matteo Ruta. Parteciperanno ai lavori architetti milanesi under 40, che hanno avuto precedenti collaborazioni con lo studio di Barcellona.

Ma Yansong

Architettura e Urbanistica
Ma Yansong, Dang Qun, Andrea D’Antrassi, MAD architects

Under 40
Roberto Fantoni

Trasporti e Infrastrutture
Gruppo Artelia

Ambiente e Paesaggio
Nicola Marinello, Maria Fantoni

Sociologia e Cultura
Matteo Vercelloni

Cino Zucchi

Architettura e Urbanistica
Cino Zucchi Architetti

Under 40
Piovene Fabi

Trasporti e Infrastrutture
Systematica

Ambiente e Paesaggio
MDP Michel Desvigne Paysagiste

Sociologia e Cultura
Aldo Bonomi

Economia dell’ambiente e dell’energia
Stefano Pareglio

Advisor

aecom
AECOM

supervisor tecnico

AECOM è una delle più grandi consultancy interdisciplinari in masterplan e infrastrutture al mondo ed è una rete globale di esperti in grado di progettare, costruire, finanziare e gestire progetti e processi che creino opportunità, proteggano il nostro ambiente e migliorino la qualità di vita delle persone.

ppan_logo_sito
PPAN

advisor comunicazione

Società di comunicazione e networking per il costruito che si occupa di produzione e diffusione di contenuti specialistici, strategie mirate di informazione e management.

Comitato scientifico

Mario Abis

Sociologia e cultura
Sociologo, fondatore e presidente di Makno. È consulente scientifico del Gruppo G124 del Senato della Repubblica per le nuove periferie e per lo sviluppo delle città metropolitane. Professore all’ Università IULM di Milano.

Josep Acebillo

Pianificazione urbana
Architetto spagnolo, Professore all’Accademia di Architettura di Mendrisio. Dal 1981 al 1987 è stato Direttore dei progetti urbani di Barcellona, incarico che ha rinnovato anche in occasione delle Olimpiadi che si sono tenute nel 1992.

Giovanni Azzone

Strategie urbane
Ingegnere, Rettore del Politecnico di Milano e professore ordinario di Sistemi di controllo di gestione. Nel settembre del 2016 è stato nominato project manager di Casa Italia, il piano di ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del centro Italia.

Leopoldo Freyrie

Rigenerazione urbana
Architetto professionista, ha svolto attività pubbliche ricoprendo anche ruoli istituzionali. È stato Presidente del Consiglio nazionale degli Architetti italiani. Attualmente è Presidente della Fondazione RIUSO per la Rigenerazione Urbana.

Isabella Inti

Riuso e partecipazione
Socia fondatrice e presidente dell’associazione Temporiuso.net. Si occupa della riattivazione di spazi in abbandono. Insegna Urban Planning al Master in Architecture al Politecnico di Milano. Con l’associazione Cantieri Isola ha promosso progetti di rigenerazione urbana partecipati.

Andreas Kipar

Paesaggio e ambiente
Paesaggista ed urbanista, è co-fondatore di LAND – Landscape Architecture Nature Development di cui è presidente e direttore tecnico. Dopo aver insegnato in sedi universitarie in Italia e all’estero, ora insegna Public Space Design al Politecnico di Milano.

Documenti utili

Ripresa economica, investimenti e ruolo in Europa

Rigenerazione urbana e casi-studio

Benchmarking rigenerazione aree ferroviarie dismesse

Consulta la delibera

Esiti di un confronto su attese, esigenze e desideri dei soggetti locali